Quale birra scegliere?

image_pdfimage_print
Le "chicche" di Marco

Le “chicche” di Marco

Quale Birra Scegliere?

Carissimi Degustatori, Appassionati e Curiosi di Birra, concessami la possibilità di scrivere qualche riga, è sorto il problema di rompere il ghiaccio.

Quale potrebbe essere una domanda che un neofito potrebbe farsi davanti a tre o quattro bottiglie di birra diverse che non ha mai avuto la fortuna di assaggiare?

Quella più plausibile che mi è venuta in mente è: “E adesso quale scelgo?”

Comincerei con il dire che non esiste una risposta, o meglio non esiste una sola risposta.

La risposta più simpatica, sarebbe: “Bevile tutte.”

Troppo semplice……

Tutto dipende in quale contesto la vuoi bere, se vuole essere un aperitivo o una cena o un dopo cena.

 Aperitivo:

Una buona birra a prescindere da quando si beve, va degustata e soprattutto, in caso dell’aperitivo non deve appesantire, deve dissetare e preparare il palato.

L’ideale a mio modesto parere potrebbe essere una deliziosa Birra Bianca.

Nota da Wikipedia:

La bière blanche (in lingua francese) o witbier (in lingua olandese), traducibile in entrambi i casi come “birra bianca”, è prodotta principalmente in Belgio, ma anche nel Nord-Est della Francia e in Olanda.

È prodotta seguendo in parte la tradizione medievale, in cui anziché usare il luppolo (oltretutto vietato nell’antica legge francese) si ricorreva a una mistura di erbe e spezie note in olandese come gruut: nella ricetta moderna questo è composto di coriandolo, arancia, arancia amara e luppolo. Questa mistura conferisce alla birra un sapore più fruttato e acidulo del corrispondente tedesco, e risulta molto rinfrescante d’estate; inoltre la birra subisce una seconda fermentazione nella bottiglia.

A differenza della cugina tedesca, viene prodotta utilizzando frumento non maltato e spesso avena, ed è generalmente servita in bicchieri più bassi e tozzi rispetto a quelli alti e stretti delle weizen tedesche.

Un’altra birra belga, il Lambic, può essere considerata una birra di frumento ma non una witbier, perché prodotta per fermentazione spontanea.

Vi offro generosamente tre scelte di Birra Bianca da me degustate e apprezzate sia in un freddo pomeriggio invernale che in un’afosa giornata di Luglio:

  1. Blanche de Bruxelles
  2. Blanche de Namur
  3. St Bernardus Blanche 

A voi la scelta.

 

Cena:

Scegliere la Birra per Cena è sicuramente più impegnativo, dipende innanzitutto da cosa si mangia e in secondo luogo da come te la vuoi giocare.

Se mangi Carne Rossa, non c’è di meglio che una dura Birra Scura, se mangi carni Bianche o Pesce, puoi stare sulla Bionda Carica o in alcuni casi una Rossa/Ambrata da mozzare il fiato. Se invece vai a tutto Primo, direi che con la Bionda non si sbaglia mai.

Birra Scura:

  1. St Bernardus Abt 12
  2. Buffalo
  3. Gulden Draak
  4. Birra Bionda “Carica” o rosse “da mozzare il fiato”:
  5. La Trappe Quadruple
  6. Urtel  Samarath
  7. La Kwak
  8. La Rulle La grande 10
  9. Achel Extra
  10. Brigand

Le Bionde per tutte le stagioni:

  1. Karmeliet Tripel
  2. St Feullien
  3. st Denise Reserva

 Il Dopo cena:

A mio modesto parere in questo caso bisogna andare su Birre più impegnative che ti rilassino e ti facciano assaporare una buona lettura o un film e ti prepari a un dolce sonno.

  1. Westvleteren
  2. Rochefort  10
  3. Chimay

 E’ ovvio che queste da me segnalate siano solo una minuscola parte di quelle che avrei potuto citare.

Speriamo ci sia il tempo per conoscerle meglio e perché no, conoscere anche le vostre preferenze. Confrontarsi è importante perché non cogliere l’occasione di questo spazio per rilassarsi davanti a un bel bicchiere di Birra e a un bel piatto proposto dalla nostra Giusy e dalle sue amiche.

A presto

Cheers

Questo post è stato letto:1382 volte!

Questa voce è stata pubblicata in Marco & le birre. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *